Archivi tag: sph-da120

AppRadio SPH-DA120, Pioneer lancia CarPlay

Pioneer AppRadio SPH-DA120

Col botto! Così può essere “descritta” l’operazione avviata da Pioneer il 2 ottobre, operazione con la quale l’azienda ha presentato la nuova AppRadio SPH-DA120 in concomitanza con il rilascio del tanto atteso aggiornamento firmware necessario per rendere compatibili i sistemi di navigazione e Ricevitori AV 2014 con CarPlay.

L’SPH-DA120 incarna l’essenza della visione di Pioneer di sinergia tra Device Apple e sistema di Infotaintment 2DIN ma rispetto al passato introduce interessanti accorgimenti che ne migliorano usabilità e performance.

L’affidabilità dell’esperienza Pioneer con un tocco di design

Al di là delle novità Hardware interne tra cui il processore e lo Chassis, le specifiche audio e video dell’SPH-DA120 non mutano rispetto al passato. Amplificazione MOSFET con potenza massimale di 50 Watts per quattro canali e tre coppie di uscite RCA per Front, Rear e Subwoofer rappresentano l’ossatura intorno alla quale si snodano le principali funzioni di gestione audio: equalizzatore parametrico a 13 bande, allineamento temporale automatico, Sound Retriver e Mixtrax l’oramai assodata funzione di mixing automatico tanto apprezzata dagli utenti.

Il pannello del nuovo 2DIN Pioneer, così come le precedenti AppRadio, è di tipo capacitivo, basato su tecnologia LED con formato Wide VGA ad alta risoluzione. La novità, per lo meno rispetto al trend seguito dall’azienda con gli ultimi modelli, riguarda la dimensione; 6,1 pollici ma con un design tutto rinnovato.
Le linee ricordano vagamente un tablet o un iPhone posto in orizzontale con tasti a sfioramento siti alla sinistra del pannello. Controllo volume, selezione sorgenti, cambio traccestazioni FM e l’immancabile tasto Home sono sempre a disposizione e facilmente raggiungibili dal posto di guida.

L’SPH-DA120 possiede linee decisamente gradevoli alla vista, innovative, dal vago significato “mobile”, angoli morbidi con un ampio raggio ma sopratutto un’unica superficie su cui poggia il vetro esterno. Segna un deciso passo avanti verso un layout fortemente differente rispetto ad un comune 2DIN, segno di una voglia di distinzione da parte di Pioneer e di un’investimento sulla ricerca del design del futuro.

Per risaltarne le qualità estetiche però particolare importanza dovrà essere data alla scelta della mascherina 2DIN da utilizzare in fase di montaggio perché con l’adeguato accessorio il risultato finale ne guadagnerà decisamente.

SPH-DA120 ed il mondo Apple

Parlando di Appradio i principali interessati non possono che essere i possessori di Device Apple. La SPH-DA120 opera con i prodotti dell’azienda di Cupertino attraverso due diverse modalità di connessione.

Appradio. Modalità CarPlay

La presa HDMI è impiegata per controllare iPhone 5, 5C, 5S dotati di iOS7, ancora la compatibilità con iOS8 non è stata rilasciata da Pioneer, e iPhone 6 e 6 Plus con l’ultima versione del sistema operativo. Sarà richiesto l’adattatore AV Digitale da collegare ad un cavo HDMI maschio non incluso in confezione.

Via USB, con l’accessorio CD-IU201N, è possibile collegare iPhone 4 e 4S con iOS6 e 7 e tutti gli iPod Touch di quarta generazione. Musica, video, foto, Podcast, ricarica batteria, consultazione calendario e contatti sono gestibili direttamente dal touch screen dall’SPH-DA120.

AppRadio Mode per Smartphone Android

I possessori di iPhone non sono però gli unici utenti che possono acquistare l’ultima fatica di Pioneer, così come per le precedenti versioni di AppRadio anche i Fun Android sono in grado di sfruttarne la tecnologia.
Da poco Pioneer ha ampliato la compatibilità con smartphone equipaggiati con il sistema operativo di Google ( qui trovare l’elenco completo ), un limite che comunque è stato sempre ampiamente ed egregiamente superato installando applicazioni alternative quali ARLiberator e ARUnchained
Se desiderate collegare un telefono Android dovrete dotarvi del set di cavi siglato CD-AH200 o equivalente prodotto; non dimenticate poi gli adattatori specifici richiesti ad esempio per i modelli Samsung.

Mirror Link

A completare le tecnologie di collegamento con dispositivi mobili, l’SPH-DA120 integra la Mirror Link, modalità limitata rispetto alle altre elencate ma pur sempre utile se siete possessori di un Galaxy S3, Note 2 o Nokia Symbian-Based.

La vera Novità dell’SPH-DA120. CarPlay

Pioneer SPH-DA120. Modalità Appradio
La vera novità dell’SPH-DA120 è naturalmente CarPlay. Si tratta infatti del primo 2DIN sul mercato ad integrarlo nativamente senza richiedere ulteriori aggiornamenti.
Ma cos’è CarPlay?
Si tratta del sistema operativo, ma meglio sarebbe dire User Interface, progettato da Apple per l’uso esclusivo in auto e come tale è stato progettato. Sviluppato per assistere il conducente nelle necessità di comunicazione, di assistenza alla destinazione e d’intrattenimento, CarPlay è un sistema improntato all’Easy to Use, caratteristica riscontrabile fin dall’avvio, completamente automatico una volta collegato via cavo Lightning-USB l’iPhone al 2DIN.
Cosa è possibile fare con CarPlay? iOS in the Car, questo era il nome precedentemente dato da Apple alla versione auto del proprio sistema operativo, mette a disposizione del conducente tutta una serie di applicazioni a lui utili. Mediante un’Interfaccia Utente semplificata e chiara quest’ultimo può gestione contatti, rubrica, accettareabbattere una chiamata, avviare la modalità di navigazione con inserimento della destinazione, riprodurre musica, leggere e dettare messaggi, tutto riducendo al minimo il livello di distrazione perché il conducente può utilizzare i comandi al volante o il touch screen ma sopratutto la voce. Il controllo dell’unità tramite Siri rappresenta il Plus di CarPlay

SPH-DA120. Un 2DIN Deckless

La presenza di CarPlay, pur essendo la più importante non è la solo novità della nuova SPH-DA120. Quante volte avete letto di lamentele e rimostranze di possessori di Appradio ( SPH-DA01, DA02, DA100 e DA110 ) impossibilitati ad utilizzare il 2DIN a causa di aggiornamenti firmware rilasciati da Apple e non ancora assimilati da Pioneer o in situazioni di cambio telefono al momento non compatibile?


L’azienda ha eliminato il problema alla radice. Pur non disponendo di un lettore disco, l’SPH-DA120 mette a disposizione una porta USB ( in realtà sono due ) liberamente utilizzabile alla quale collegare chiavette e Hard Disk contenenti file di formati piuttosto variegati: WMA, MP3, AAC, WAV e FLAC per l’audio, MPEG4, WMV, H.264, DivX, DivX Home Theater 3.1, MKV e FLV per il video e JPG per le foto.
Assieme al tuner FMAM, la porta Aux-In posteriore, vera manna per collegare qualsiasi dispositivo esterno, lo Streaming Audio A2DP e controllo AVRCP nonché il modulo viva voce, le due porte USB rendono l’SPH-DA120 in tutto e per tutto un 2DIN Deckless utilizzabile indipendentemente dalla presenza o meno di uno smartphone.
La paura di acquistarlo e legarsi così ad un determinato telefono o ad una determinata tipologia di utilizzo non ha più motivo di esistere.
Al di là di ogni sofisticata tecnologia e innovazione esclusiva, l’SPH-DA120 è comunque un prodotto da auto e come tale rispetta la dotazione funzionale minima. Ingresso telecamera con commutazione automatica ad inserimento retromarcia, collegamento per modulo comandi al volante sia di tipo resistivo che digitale, uscita video ( non audio ) e microfono utilizzato sia per le conversazione in bluetooth sia come mezzo per i controlli vocali di CarPlay.

Prezzo e Disponibilità del Pioneer SPH-DA120

Il prezzo ufficiale per il mercato americano è di 600,00 dollari tasse incluse, per l’Italia Pioneer ha confermato un costo di 449,99 euro i.i.
L’SPH-DA120 sarà disponibile a partire dal 27 ottobre, data in cui dal centro di smistamento europeo verranno evasi i primi ordini!

Test Post-Installazione dell’SPH-DA120

Tanto bella da vedersi in foto tanto bella da ammirare una volta installata sull’auto, la SPH-DA120 è stata oggetto di attenta analisi per capire se non fosse “solo chiacchiere e distintivo”!
Va da se, infatti, che un’accurato test del prodotto una volta montato è un fattore fondamentale per capire se il dispositivo vale tanto quanto le caratteristiche riportate nella scheda tecnica oppure è tutto fumo e niente arrosto. Dico subito che l’AppRadio 4 ha pienamente superato la prova!

Pioneer SPH-DA120 installata su Smart

Partiamo dall’interfaccia grafica. La UI dell’SPH-DA120 è condivisa con gli altri dispositivi della serie NEX di Pioneer. Bella a vedersi, chiara nell’utilizzo, con icone facilmente individuabili, menù poco profondi raggiungibili in pochi e precisi tocchi.

Decisamente reattiva al tocco, veloce nell’elaborazione delle informazione, buone opzioni di personalizzazione l’interfaccia della Appradio 4 non deluderà nessuno, forse la più semplice nell’utilizzo, presente oggi sul mercato.

L’ecosistema CarPlay naturalmente esula dalle considerazioni fatte sopra in quanto entrando nel sistema operativo sviluppato dall’azienda di Cupertino si avvia un’esperienza d’uso unica e dalle chiare connotazioni Apple. Siri, nemmeno a dirlo, è uno spettacolo.

L’installazione della Appradio 4 in auto

Dal punto di vista delle procedure da seguire, l’installazione della SPH-DA120 non è molto differente da un qualsiasi navigatore Pioneer. Per sfruttare pienamente la AppRadio è infatti necessario posizionare l’antenna GPS, il microfono separato per il viva voce, due prese USB e naturalmente un cablaggio HDMI. La difficoltà o meno del montaggio dipende direttamente dall’auto in esame e dal posto in cui si desidera posizionare i vari componenti.

Pioneer SPH-DA120 installata su Opel Corsa D

Da tenere ( molto ) in considerazione è l’impiego della giusta mascherina 2DIN da utilizzare, aspetto importante perché le linee della SPH-DA120 sono particolari, innovative, sopratutto per ciò che attiene agli angoli, arrotondati ed ampi, caratteristiche che spesso male si sposano con plastiche lineari con angoli netti che comunemente sono reperibili sul mercato.

Il suono dell’SPH-DA120

Molti si chiedono se la Appradio 4 suona bene. La risposta è si. Ma prima di attirami critiche da destra e manca dico subito che se la vostra intenzione è quella di dare origine ad un impianto audio che per qualità e potenza possa essere paragonata ad un sistema da gara, state alla larga. La SPH-DA120 non è nata per questa finalità.

AppRadio 4 installata su Vw Golf VI

Le uscite Pre hanno un voltaggio pari a 4. Gli allineamenti temporali possono essere settati in modalità automatica tramite la funzione A-EQ ( Auto Equalizer ) o personalizzati a partire dall’impostazione della posizione di ascolto. L’equalizzatore è di tipo grafico e non parametrico. Queste, inseme a tante altre caratteristiche, fanno della Appradio 4 un’ottimo prodotto per ampliare il sistema originale del veicolo, dare vita ad un ottimo impianto di ascolto, migliorare decisamente le doti di potenza e qualità dell’HiFi in auto ma se il vostro obiettivo è il tuning estremo o l’SPL avete sicuramente altri prodotti tra cui scegliere, non dotati di CarPlay ma sicuramente più performanti.

Le Conclusioni

Non amo dare i voti. Chi segue il blog lo sa benissimo. Ma se dovessi dare una valutazione all’SPH-DA120 questa sarebbe molto alta. Ricordo anche che non sono mai stato un Fan delle Appradio di Pioneer, solitamente limitate, solitamente macchinose e non c’è dubbio che CarPlay su questo punto di vista dia una decisa mano, ma tutto, dal design all’usabilità, rendono il 2DIN Connected particolarmente appetibile!
Fonte. Pagina ufficiale Pioneer, documentazione Pioneer. Installazioni Car Stereo Center