Archivi categoria: 2DIN DAB

Alpine INE-W990BT, marcia indietro o mossa strategica? La Recensione

Alpine INE-W990BT
A prima vista, leggendo le specifiche tecniche e buttando un occhio alla gamma, non è sbagliato ritenere che Alpine abbia fatto un passo indietro con l’INE-W990BT. In un momento nel quale tutti i brand, nessuno escluso, dai marchi no-Brand cinesi fino ad arrivare a Kenwood, stanno adottando tecnologie e funzioni che consentano un qualche tipo di collegamento con lo smartphone in modo tale che questo possa essere pienamente sfruttato in auto. Alpine sembra fare l’esatto opposto. Un Autogol del produttore? Forse, o forse è una precisa strategia per rafforzare la posizione acquista in un segmento di mercato che in parte sembra essere stato tralasciato dai principali competitor.
Senza un’adeguata disamina delle caratteristiche però non è possibile emettere una sentenza definitiva.

Le specifiche tecniche dell’INE-W990BT

Prendere in mano la scheda tecnica dell’ultimo navigatore di Alpine è un po’ come prendere in mano la scheda tecnica di qualsiasi sistema di navigazione dello stesso produttore perché le novità riscontrabili sono pochissime mentre gli aspetti mancanti sono al contrario molti.
Come sempre il comparto audio dell’INE-W990BT rappresenta il punto di forza di un marchio che ha eretto sul suono la sua storica reputazione. Potenza massima di 50W per quattro canali, tre Preout per Front, Rear e Subwoofer con un voltaggio in uscita pari a 4 ( non male ).
INE-W990BT – Audio Setting
Le funzioni Audio sono all’altezza di un top di gamma. Bass Engine SQ, Bass Engine Pro, Subwoofer Level Adjustment, Subwoofer Phase Select, Equalizzatore Parametrico a nove bande, Correzione digitale a sei canali, Crossover digitale personalizzabile, definizione del tipo di auto e della postazione di ascolto, MediaXpander, Sound Setting Data Download e naturalmente l’immancabile TuneIt, l’applicazione che permette di settare tutto quanto visto sopra via smartphone e di condividerlo.

Per rendere più attuale e semplice metter mano ad ogni aspetto del suono dell’INE-W990BT, Alpine ha reso compatibile anche il suo ultimo navigatore con l’applicazione TuneIt, apps divertente da utilizzare, facile da apprendere e utilissima per salvare e condividere le proprie impostazioni audio.

Il monitor del nuovo navigatore di Alpine è basato su pannello a LED da 6,1″ WVGA ad alta risoluzione con 800×480 pixel. Colorazione tasti variabile ( Giallo scuro, ambra, rosso, verde, blue, turchese, bianco ed azzurro ), sistema di alimentazione a prova di Star&Stop ed ingresso comandi al volante.

Modulo Bluetooth con funzioni avanzate

Può sembrare scontato, oggi, ritrovare in un 2DIN un processore bluetooth dotato di funzioni avanzate ma non lo è. L’implementazione completa dei vari profili ha un costo non solo in termini di prezzo al pubblico ma anche di spazio e prestazioni.
INE-W990BT. Menù Bluetooth
Nell’INE-W990BT Alpine ha inserito non solo i classici protocolli per la sincronizzazione rubrica, il registro chiamate, un sistema di accoppiamento semplificato e possibilità di associare un massimo di tre telefoni ma sopratutto ha introdotto un modulo bluetooth avanzato dotato di controllo per il comparto di connessione audio, fattore sempre più critico.
Streaming Audio grazie al profilo A2DP, qualità migliorata e AVRCP ( Audio Video Remote Control ) versione 1.4 per gestire la libreria musicale dello smartphone.

Le sorgenti dell’INE-W990BT

Le sorgenti di cui dispone l’INE-W990BT sono tutte quelle che consentono la riproduzione di fonti audio. Lettore CD, DVD, DivX, presa USB posteriore e due un’aux-in. I formati riproducibili sono limitati, ma in puro stile Alpine, parliamo di Mp3, AAC e WMA.


Non può mancare la possibilità di collegare un’iPhone o un’iPod con apposito cablaggio separato. Da questi è possibile riprodurre anche video se si è in possesso di un Device con ancora il dock da 30Pin. In tutti gli altri casi ( iPhone 6, 6+, 5s, 5c, 5 ) solo musica.
In ottica smartphone va sempre considerata anche la possibilità data da Alpine di gestire integralmente un telefono Nokia poiché in possesso del certificato Works with Nokia.
Il navigatore dell’INE-W990BT così come tutti gli altri del gigante dell’elettronica di consumo è basato su database Here con mappa europea a 46 paesi, funzione rotta alternativa, linea guida suggerita, modalità tunnel, definizione del percorso in base alla situazione del traffico ed alle abitudini di viaggio, Eco Route, visualizzazione in 3D delle svolte e dei principali edifici. Insomma completo ed affidabile.
L’impianto può essere ulteriormente ampliato grazie alla possibilità di collegare un modulo DAB esterno ma controllabile a touch screen ( TUE-DAB1U ), una telecamera posteriore con funzione Active View, una telecamera anteriore con controllo multiview e processori audio ed amplificatori di tutte le forme e dimensioni.

INE-W990BT, Smartphone e applicazioni

Questo è il tasto dolente dell’INE-W990BT. Volete utilizzare un’applicazione di navigazione che avete sul telefono? Volete navigare in rete dal 2DIN? Volete visualizzare filmati o video musicali da youtube? O ancora riprodurre un file multimediale dalle varie apps sullo smartphone?
Beh, dimenticatevene. L’INE-W990BT non fa al caso vostro.
L’unica applicazione che potrete utilizzare è TuneIt che oltre a consentire, come detto sopra, il settaggio, salvataggio e la condivisione delle vostre impostazioni audio preferite, vi permetterà solo di ricevere le notifiche da Facebook.

Quindi? L’INE-W990BT è un passo indietro?

Anche se può sembrare così, non lo è. Alpine ha voluto immettere sul mercato un prodotto semplificato ad un prezzo più in linea con quella che è la fascia di prodotti più venduta. Un nuovo Entry Level del quale in azienda si sentiva la mancanza

Alpine. INE-W990BT. Entry Level Navigation

L’INE-W990BT è un navigatore snello, privo di sistema One Look, senza ingressi HDMI per collegamenti esterni o particolare tecnologie di connessione con smartphone. Non integra il DAB e non rivede le specifiche tecniche solitamente riscontrabili in un navigatore Alpine. Non porta innovazioni di prodotto ma di gamma si.

L’INE-W990BT si configura come 2DIN classico che offre Sound&Navigation. Chi desidera allestire in auto un impianto altamente sfaccettato, personalizzabile ed espandibile senza dissanguarsi trova nell’ultimo prodotto di casa Alpine un’ottima opzione.

Al prezzo di 729,00 euro i.i. di listino è possibile inserire in auto un sistema di navigazione blasonato!

Fonte: Pagina ufficiale Alpine

KW-V215DBT, novità per i Ricevitori 2DIN JVC

JVC KW-V215DBT
In seguito alla fusione tra JVC e Kenwood quest’ultima parte della società ha acquisito, almeno nel settore Car, un peso specifico maggiore. I principali aggiornamenti, l’introduzione di nuove tecnologie, innovazioni di design e funzionali, fino ad oggi hanno riguardato principalmente i Ricevitori AV Kenwood senza considerare poi la scelta strategica di eliminare completamente la linea navigatori di JVC e l’abbandono di una delle caratteristiche che hanno reso famoso il marchio giapponese, l’asportazione del pannello.

In un periodo nel quale JVCKenwood ha necessità di recuperare le quote di mercato rastrellate dai principali Competitor la decisione di rivedere la gamma prodotti ha riguardato entrambe i rami dell’azienda ma ancora una volta le maggiori risorse sono state riversate su Kenwood lasciando a JVC una revisione sostanzialmente parziale della linea, che poco o nulla ha aggiunto alla gamma. Nulla eccetto il KW-V215DBT.

Nuovo Design per JVC

Tra tutti i modelli di Car Infotaintment di JVC spicca per scelta estetica il KW-V215DBT, una scelta che mette il modello in evidenza per un design completamente nuovo, lontano dai canoni tradizionali di JVCKenwood ma che a ben vedere richiama alcuni audaci tentativi portati avanti da band minori negli anni scorsi.


Pur mantenendo il pannello da 6,1″ è stata abbandonata la soluzione della linea tasti posta a sinistra del pannello, un design non a caso largamente diffuso perché consente un rapido accesso alle principali funzioni da parte del conducente. Il KW-V215DBT al contrario spezza in due i controlli: volume ed espulsione CDDVD a sinistra, Home, bluetooth Siri, Menù e Preset Eq a destra. I giudizi sulla funzionalità effettiva del layout li lascio agli utilizzatori ma non può non essere rilevato lo sforzo di JVC per dare vita ad un prodotto del tutto nuovo.
Il design del pannello, peraltro fisso e non estraibile, non è l’unica novità vera del KW-V215DBT perché le soluzioni adottate dal produttore sono varie.

Il primo con modulo DAB

Nell’ultima gamma Kenwood, sono ben sei i prodotti tra Ricevitori AV e navigatori dotati di modulo DAB, un’opzione che il costruttore giapponese ha iniziato ad introdurre ben tre anni fa e rapidamente l’ha introdotta in ogni fascia di prezzo.

Per JVC al contrario il KW-V215DBT rappresenta il primo ed unico esperimento, segno di voler gradualmente introdurre il DAB sulla fascia di mercato occupata dal produttore, un segmento medio basso, occupato da dispositivi di qualità ma dal prezzo contenuto.

Non vorrei che dalle mie parola trapelasse un disappunto per quanto optato da JVC perché in realtà ritengo l’introduzione del modulo DAB una scelta azzeccata sopratutto per attrarre utenti nel nord italia dove il Digital Audio Broadcasting è ampiamente diffuso ed ottiene sempre più seguito. Lamento solo un certo ritardo del Brand in questo campo ed una non meglio spiegabile ritrosia a rilegarlo ad un solo nuovo Ricevitore della linea quando quest’ultima è stata rivista proprio per meglio combattere sul mercato.

Le caratteristiche del KW-V215DBT

Con l’introduzione del nuovo design e l’inserimento del modulo DAB si esauriscono le vere novità del KW-V215DBT. Le specifiche tecniche del 2DIN infatti sono equivalenti agli altri modelli della gamma o meglio di quella parte della gamma in cui si ritrovano i Ricevitori AV classici.
Scheda tecnica ufficiale JVC KW-V215DBT
Al di là del mantenimento della funzione App Link per collegare ed utilizzare alcune applicazioni da iPhone 4 e 4S, opzione che oggi come oggi non appare così fondamentale come lo era un paio di anni fa, il KW-V215DBT non ha infatti altre possibilità di collegamento con smartphone per un impiego in auto di applicazioni o altro.
Viene meno la porta HDMI e la possibilità di collegare Device Android con controllo tramite JVC Smartphone Control App, e viene meno. Rimane la possibilità di connettere telefoni e gestirli come HDD esterni per musica.
Il modulo bluetooth appartiene alla versione 1.5 quindi a fianco dei classici profili di comunicazione con sincronizzazione rubrica, Auto Paring, gestione chiamate, ecc… troviamo la compatibilità con la wide band per audio e quindi A2DP e AVRCP per il controllo di file musicali direttamente dal touch screen, streaming audio e una qualità di ascolto superiore.
Lettore DVDCD e porta USB ( frontale ) con riproduzione di file tra i più classici: mp3, wma, Mpeg 1, Mpeg 2 e Jpeg, ingresso audiovideo posteriore con jack da 3,5mm, ingresso retrocamera ed uscite video RCA.
Il comparto audio del KW-V215DBT è costituito da un amplificatore MOSFET da 50W per quattro canali, tre uscite Preout da 2V, filtri passa basso e passa alto, equalizzatore parametrico a 5 bande, Bass Boost e 11 preset di equalizzazione.

Prezzo e disponibilità del KW-V215DBT

Il KW-V215DBT è già disponibile nei magazzini di JVCKenwood ed ha un prezzo ufficiale di 399,99 euro i.i. un valore che rende il 2DIN tra più economici con modulo DAB integrato. Inoltre se viene considerata la qualità complessiva del prodotto il costo deciso dal produttore migliora e di molto le valutazioni sul modello.
Da prendere in considerazione se state cercando un sistema multimediale dotato di DAB.
Fonte. JVC

Pioneer AVH-X5700DAB. Non solo Restyling

Pioneer AVH-x5700DAB
Prendono il nome di restyling, refresh e rivisitazioni le operazioni con le quali un’azienda rinfresca un prodotto o una linea di prodotti in commercio. Da tempo Pioneer ci ha abituato a campagne del genere, in parte legate ad una precisa strategia di obsolescenza programmata ed in parte legate all’introduzione in alcuni modelli di nuove tecnologie testate su altri prodotti.
L’operazione avviata in questo fine 2014 segue esattamente la strada intrapresa ma stavolta a fianco di un profondo restyling dell’aspetto dei Ricevitori AV dotati di pannello da 6,1″ Pioneer ha deciso di integrare nel modello di primo prezzo con monitor da 7″ alcune opzioni funzionali che ne incrementano l’interesse da parte del possibile acquirente.
Il Nuovo AVH-X5700DAB si configura così come 2DIN dotato di DAB e Mirror Link.

Design e grafica

Il primo aspetto che risalta sull’AVH-X5700DAB è il nuovo look del pannello tasti. Abbandonate le linee arrotondate delle precedenti versioni, Pioneer ha optato, così come già in precedenza fatto per l’AVH-X8600BT per un design più futuristico, innovativo, angoli ottusi e linee rette appena accennate a delimitare pulsanti e funzioni.

Pioneer AVH-X5700DAB – GUI

La profondità del pannello tasti, caratteristica non da tutti digerita e che su alcune vetture non spiccava per estetica, è stato ribassato ed armonizzato. Restano immutate le funzioni presente così come invariata resta la disposizione delle stesse con al centro il sempre più indispensabile tasto Home.

L’interfaccia Grafica dell’AVHx5700DAB è stata ritoccata, non stravolta ma adeguata. Per quanto chiara e pulita, la precedente versione tendeva a raggruppare un certo numero di informazioni in un angolo dello schermo. Il Restyling della GUI amplia gli spazi esistente tra le varie icone delimitandole allo stesso tempo da linee dallo spessore ridotto ma dalla chiara visibilità. Nel complesso un buon lavoro.

DAB e Mirror Link. le vere novità ma non le uniche.

Per quanto in rapida espansione e con vari editori a spingerne la diffusione, il DAB è una tecnologia ancorché piena di vantaggi e migliorie, che stenta ad ottenere una copertura capillare del territorio. Ciò non toglie però che a livello produttivo i moduli necessari allo sfruttamento del segnale digitale abbiano raggiunto economie di scala tali da poter essere inseriti sul mercato senza gravare troppo sul costo complessivo del sistema. L’AVH-X5700DAB ne è un palese esempio.


Il nuovo 2DIN Pioneer è il primo Ricevitore AV con pannello da 7″ ad integrare nativamente il modulo DAB. Come sempre l’antenna necessaria è costituita da un accessorio da acquistare a parte ( CA-AN-DAB-001 dal costo di 29,00 euro i.i. ) ma il prodotto ha tutto il resto. Grazie al nuovo sintonizzatore digitale sarà possibile recuperare un’elevato numero di informazioni direttamente dalla stazione ascoltata, sarà possibile metter in pausa in diretta e switchiare in automatico nel caso in cui il segnale DAB venga meno.

Altra novità dell’AVH-X5700DAB, ma solo perché la troviamo integrata in un modello che fino ad oggi ne era sprovvisto, è la presenza del modulo Mirror Link, funzione non più demandata all’interfaccia esterna ML100 e demandata all’utilizzo del cavo opzionale per usufruirne, il CA-MU50; i telefoni compatibili non sono molti e non sono tra i più recenti ma può comunque essere sfruttata per il comparto navigazione.

Il comparto audio è stato migliorato per offrire all’utente maggiore personalizzazione. Fermo restando la potenza massimale di 50W per canale ed i Preout, sempre a coppie di tre per Front, Rear e Subwoofer 4v, le funzioni dell’AVH-X5700DAB sono state ampliate. Le curve di equalizzazione passano da 8 a 13, l’ASR, tecnologia per la riduzione dei problemi di compressione nella riproduzione di file audio, è stata estesa anche alla sorgente bluetooth via A2DP. I tagli di frequenza tengono conto di un sistema a 2 vie e sono stati introdotti i ritardi temporali.

Tutte le altre caratteristiche tecniche del Ricevitore AV da 7″ sono rimaste immutate rispetto ai precedenti modelli con lo stesso posizionamento di mercato. Dai profili di gestione rubrica del modulo bluetooth alla porta USB, dalla funzione Mixtrax ai filtri passa alto e basso, dalla possibilità di collegare un box di navigazione con Navgate installato alla funzione Appradio mode compatibile con dispositivi Apple.

AVH-x5700DAB, non un Mini-8600BT

Nonostante le migliorie apportate, la maggior quantità di tecnologie integrate ed una somiglianza accentuata, l’AVH-X5700DAB non è un sorta di versione Mini dell’AVH-X8600BT poiché le possibilità che quest’ultimo 2DIN offre in termini di collegamento con smartphone, vedi CarPlay ed Appradio Mode per smartphone Android, sono decisamente maggiori.
AV Reciver Pioneer AVH-X5700DAB
Differente e più limitato è anche il numero di file riproducibili via USB e da lettore DVD. L’AVH-X5700DAB non è in grado di gestire formati MKV, FLAC o FLV fermandosi ai classici Mpeg 1, 2, 4, H.264, mp3, aac, wav w wma. A fianco dell’unica USB non è presente lo slot per SD card ed il pannello non è asportabile.

Listino e disponibilità dell’AVH-X5700DAB

L’ultimo ricevitore AV con monitor da 7″ è già disponibile ma per le tecnologie apportate il prezzo al pubblico ne ha risentito. Ufficialmente il costo è stato innalzato da 499,00 a 549,00. Come sempre mi riferisco ai valori rilasciati da Pioneer che hanno il puro scopo di indicare un livello massimale e non una legge stabilita da seguire.
Fonte. Sito Pioneer e Documentazione interna Pioneer

Alpine INE-W987d. One Look Navi con presa HDMI

Alpine INE-W987D

Senza mezzi termini è possibile asserire che l’INE-W987d è la risposta di Alpine alla dilagante tendenza dei grandi Brand del settore 2DIN di favorire un’integrazione tra smartphone e sistema di Infotaintment after market.

Rimasto ai margini per svariati mesi, arroccato dietro la voglia di stupire con monitor di dimensioni extra large, il costruttore giapponese ha rotto gli indugi ed ha portato sul mercato un 2DIN Connected degno di questo nome senza però rinunciare a quelle specifiche che hanno reso famoso il marchio in tutti questi anni.
E’ giusto definire l’INE-W987d un navigatore Alpine con in più una porta HDMI ma è sinceramente riduttivo appiccicargli una simile etichetta senza sviscerarne caratteristiche, qualità e, perché no, qualche neo.

Le novità dell’INE-W987d: HDMI

Doveroso è iniziare con le novità che Alpine ha introdotto nel suo ultimo modello, le stesse che già abbiamo avuto modo di vedere per l’X800D-u ma che in questo caso si fanno più appetitose perché il navigatore 8″ è al momento e lo resterà ancora per un po’ un prodotto di nicchia, dedicato solo ai veicoli per i quali Alpine ha sviluppato un kit di fissaggio Ad Hoc e per clienti con le tasche belle gonfie.

L’INE-W987d al contrario è “universale”, installabile su qualsiasi vettura e dal costo più abbordabile rispetto al fratello maggiore. Si configura come prodotto con un più ampio mercato di riferimento e dalle interessanti sviluppi futuri in termini di vendite.

Tra le novità, la prima e più rilevante è la presenza della porta HDMI, accessorio che apre le porte ad un mondo tutto nuovo e a modalità di utilizzo ben più ampie rispetto ai classici sistemi perché consente il collegamento di smartphone compatibili e di usufruire, grazie alla funzione Mirroring, in modo del tutto libero, di tutta una serie di applicazioni e quindi di funzionalità proprie dei sistemi mobili.

Cablaggi Alpine HDMI – HDMIMHL

Per realizzare la connessione e dare via libera al Mirroring, Alpine mette a disposizione due differenti cablaggi da utilizzare a seconda dello smartphone da connettere:

  • KCU-610HD. Cablaggio necessario per inserire iPhone, Sony Xperia Acro e Motorola ed in generale tutti i telefoni dotati di adattatore HDMI.
  • KCU-610MH. Cavo dedicato a tutti gli smartphone con presa MHL quali ad esempio HTC One, Samsung Galaxy S4, Sony Xperia Z, LG G3, ecc…

TuneIt ed il Cloud di Alpine

La compatibilità con l’oramai famosa applicazione sviluppata da Alpine, TuneIt, non fa altro che ampliare le capacità “mobili” dell’INE-W987d. Grazie alla App potrete settare tutte le vostre impostazioni di suono e trasmetterle al navigatore o caricarle sul Cloud di Alpine per una successiva condivisione o download su altri dispositivi.
TuneIt vi permetterà anche di ricevere notifiche da Facebook e di rispondere con un “Mi Piace” ai posta dei vostri amici. Non è moltissimo ma ciò che interessa maggiorente è lo sviluppo futuro delle funzionalità dell’applicazione.

Ancora novità: DAB

Potete evitarlo, non leggere gli articoli che ne parlano, anche snobbarlo se volete ma prima o poi dovrete farci i conti perché il Digital Audio Broadcasting è la tecnologia sulla quale si baserà la Radio del futuro; il DAB è già per strada, sta arrivando e quando sarà qui ci resterà.
Può sembrare una spesa inutile ad oggi, e sotto molti punti di vista per non dire in molti punti del paese, lo è ma avere un navigatore già dotato di modulo DAB sicuramente è un vantaggio da considerare sopratutto per coloro che abitano nel nord italia dove l’azione di molti editori e la richiesta di un certo numero di utenti ha dato luogo ad una copertura più che dignitosa.
Antenna DAB Alpine KAE-220DA
Il modulo dell’INE-W987d supporta i formati DAB+ ( evoluzione della tecnologia di trasmissione digitale ) e DMB. Consente la memorizzazione di 18 stazioni e swictha in automatico sulla stessa stazione qualora il segnale digitale venga meno. Per sfruttarlo e ricevere la mole di dati che passa sulla banda, è però necessario acquistare separatamente l’antenna dedicata omnidirezionale con attacco SMB femmina, la KAE-220DA.

Nuovo Design e nuova GUI con One Look Navi di 3^ generazione

Le ultime novità riguardano l’aspetto e l’usabilità del nuovo navigatore 7″ pollici di Alpine. Il design è stato rivisto, così come rivista è l’architettura hardware. Il pannello vede una nuova linea di tasti tra i quali spiccano per centralità e dimensioni l’accesso al sistema di navigazione ed alle impostazioni audio, caratteristiche sulle quali Alpine non transige mai.
INE-W987d – Split Screen 50/50
L’interfaccia grafica ( GUI ) è stata rivista in modo sistemico. Icone, menù e funzioni sono stati modificati per armonizzarsi con la terza generazione della cosiddetta One Look Navi, esclusiva Alpine che mette a disposizione del conducente in un unico colpo d’occhio tutto ciò di cui ha bisogno.
Il pannello dell’INE-W987d può essere splittato in due diverse aree divise verticalmente nelle quali visualizzare indistintamente due sorgenti il cui controllo è totale. Navigatore e Radio FM, Disco e regolazioni Audio, Bluetooth e HDMI ad esempio.

Per il raggiungimento dello scopo di una migliore usabilità anche la tastiera da utilizzare nei vari contesti come l’immissione della destinazione o la ricerca di un contatto in rubrica, ha subito un aumento di dimensioni. La chiarezza è l’attributo principale della nuova GUI.

Le sorgenti dell’INE-W987d

Quanto letto sopra mostra un prodotto innovativo, dalle peculiarità importanti ma un 2DIN deve possedere molte altre doti che spesso vengono tralasciate. Un sistema installato in sostituzione dell’autoradio originale deve possedere un Tuner FM di qualità ed il navigatore Alpine lo possiede, deve avere un lettore CDDVDDivX performante e versatile e l’INE-W987d ce l’ha, così come non mancano una porta USB ed il modulo Bluetooth.

Sulla scia di quanto già implementato nei modelli precedenti anche l’ultimo navigatore del costruttore giapponese integra un sistema bluetooth dotato di funzionalità avanzate. Non solo telefonate, gestione rubrica e chiamate, non solo Streaming Audio con l’ausilio della versione 1.4 dell’AVRCP per esplorare la memoria del telefono collegato ma anche la possibilità di abbinare fino a 5 cellulari ed utilizzarne due contemporaneamente passando da una comunicazione all’altra oppure avviare uno streaming mentre l’altro è collegato come viva voce.
L’apparato Multimedia non ha subito modifiche di rilievo. La quantità e qualità delle sorgenti dell’INE-W987d sono rimaste immutate così come immutata è rimasta la tipologia di file riproducibili da disco e da USB, un segno rosso sulla pagella del prodotto perché sotto questo punto di vista Alpine non ha seguito  le orme dei diretti concorrenti la cui strategia mira ad implementare i formati emergenti come gli MKV, i FLAC o ancora gli FLV. Al momento il navigatore può “digerire” solo gli AVI, MPEG 1, 2, WMA, AAC ed MP3.

Immancabile la possibilità di collegare un dispositivo Apple. Indispensabile è il cavo accessorio KCU-461iV compatibile con ogni tipologia di iPhone ed iPod; naturalmente per Device con Dock Lightning indispensabile è l’adattatore specifico. Grazie alla porta HDMI sarà possibile riprodurre video anche da iPhone successivi al 5.

Chiaro l’intenzione del costruttore di non voler supportare le schede di memoria SD o MiscroSD. Anche questo 2DIN infatti è privo di idonei slot, una scelta discutibile se volgiamo ma comunque sensata e condivisibile sotto multi punti di vista.

Navigatore con One Look Navi

Al di là del comparto Multimediale, l’INE-W987d nasce come navigatore puro e semplice e lo sforzo di Alpine per rendere il sistema quanto più utile e sfruttabile sotto questo punto di vista è sicuramente notevole.

INE-W987d – Navigatore iGO Primo 2
Sotto l’ombrello dell’espressione One Look Navi il 2DIN da 7″ offre un software iGO Primo 2 con mappa europea a 47 paesi, funzione Turn By Turn, zoom automatico in prossimità di svincoli, visualizzazione di Punti d’interesse in 3D per una più semplice individuazione, calcolo di ben sette rotte alternative, assistente di corsia, ricalcolo automatico assistito dal modulo TMC integrato, modalità Tunnel per sopperire alla mancanza di una ricezione GPS e molto altro ancora.

Le specifiche tecniche dell’INE-W987d

La scheda tecnica dell’INE-W987d riporta componenti e specifiche da navigatore di livello. Monitor da 7″ retroilluminato a LED basato su pannello TFT a matrice attiva di tipo W VGA ad alta risoluzione ( 800×480 pixel ) completamente removibile.

Potenza massimale di 50W per quattro canali, tre Pre-Out da 4V per Front, Rear e Subwoofer con regolazione separata di fase e guadagno per quest’ultimo.

La personalizzazione del suono, gestibile lo ricordo anche via applicazione TuneIt, rappresenta il piatto più ricco. Equalizzatore parametrico a nove bande, correzione digitale su sei canali, selezione tipologia di veicolo, Media Xpander, Bass Engine SQ basato su cinque modalità di settaggio, filtri passa basso e passa alto, download delle impostazioni del suono e modifica dei singoli toni.

Importanti sono le capacità d’integrazione dell’INE-W987d con le funzionalità del veicolo. Grazie ad una serie di accessori è possibile mantenere comandi al volante, menù auto, display OEM nonché, per alcune vetture, la visualizzazione dei sensori di parcheggio, climatizzatore, riscaldamento sedili e le informazioni sul quadro strumenti.

Il navigatore di Alpine supporta l’inserimento di una telecamera posteriore con commutazione automatica ad innesto della retromarcia nonché il sistema MultiView per la gestione da Touch Screen di quattro punti di ripresa intorno al veicolo.

Infine aspetto da considerare è la funzione Engine Star&Stop Unaffected, particolare di non poco conto che incide sull’utilizzo del 2DIN installato su tutte le vetture dotate di spegnimento automatico del motore in caso di fermo del veicolo. Per evitare che anche il navigatore si spenga Alpine ha introdotto un dispositivo che mantiene l’alimentazione eliminando tutta una serie di disagi. Ottimo.

La funzione Preferiti dell’INE-W987d

Parlando di Alpine non posso esimermi dal sottolineare ancora una volta la funzione “Preferiti”, una possibilità che solo il costruttore giapponese offre sul mercato dei 2DIN e che permette all’utente di selezionare fino ad un massimo di sei tra sorgenti, funzioni ed opzioni per personalizzare l’INE-W987d.

INE-W987d – Preferiti
Entrando in auto, a connessione avvenuta tra 2DIN e smartphone via bluetooth, il navigatore presenterà, se impostata, la schermata definita dall’utente. Una volta alla guida per voi è importante avere sotto mano le stazioni FM più ascoltate? I numeri di telefono composti più spesso? Determinati punti d’interesse visualizzati sulla mappa? O ancora preferite avere una determinata impostazione del suono o un certo sfondo?
Trascinando le icone, impostando le opzioni e selezionando le funzioni è possibile con pochi semplici passi fare in modo che al riconoscimento del nostro telefono l’INE-W987d offra quanto è per noi più importante. Operazione ripetibile per un massimo di due telefoni. Bello!

Prezzo e disponibilità

L’INE-W987d è già disponibile sugli scaffali fisici e virtuali dei negozi ma il prezzo a cui Alpine ha deciso la commercializzazione non piacerà agli utenti e poco piace anche ai venditori. Vero è che il valore imposto dalla casa costruttrice quasi mai viene rispettato ma rappresenta comunque un Benchmark tenuto in considerazione.
1.699,00 euro IVA 22% inclusa è il costo che “ufficialmente” un possibile acquirente dovrebbe sostenere per acquistare l’INE-W987d, un valore che appare anacronistico anche alla luce delle caratteristiche e della qualità evidenziata dal prodotto.
Non spaventatevi comunque perché basta fare un giro in rete per trovare prezzi che si attestano intorno ai 1.400,00 euro, sostenuti certo ma sempre meglio del valore ufficiale!
Fonti.

INE-W925R, Alpine ha il suo 2DIN DAB

Alpine INE-W925R con Modulo DAB
DAB, DAB e ancora DAB. Se non avete familiarità con questo acronimo dovete necessariamente mettervi al passo perché, come detto in più occasioni, sarà la tecnologia del futuro, la strada attraverso cui gli editori radiofonici veicoleranno quantità rilevanti di dati oltre che musica e programmi. In Italia siamo agli inizi, si stanno formando i primi consorzi, i primi contenuti dedicati ma tra non molto non avremo altro modo se non il DAB per ascoltare la nostra stazione radiofonica preferita. Alcuni produttori hanno già deciso di offrire una gamma 2DIN articolata e ben caratterizzata per fascia di prezzo e funzionalità, altri si sono limitate a presentare un unico modello. Tra questi Alpine. L’INE-W925R rappresenta l’ariete con il quale il colosso dell’Automotive ha deciso di entrare nel segmento delle medie station dotate di modulo digitale. Un 2DIN che altro non è se non un 920R rivisto ed ampliato, una scelta condivisibile visto il favore che il navigatore Alpine ha raccolto tra i fedeli al brand.

Modulo compatibile con DAB e DAB+

Il tuner DAB integrato nell’INE-W925R è compatibile sia con lo standard DAB ( Digital Audio Broadcasting che con il PLUS, la versione più aggiornata ed utilizzata al momento. Consiste in definitiva in una trasmissione digitalizzata di contenuti non più limitati dalla tipologia di frequenza utilizzata. Prevede la possibilità di memorizzare 18 stazioni suddivise in tre gruppi, riceve informazioni via RDS, permette una ricerca sui servizi attivi e necessita dell’utilizzo di apposita antenna da acquistare a parte, la KAE-220DA, una scelta che al momento è condivisa da un pò tutti i produttori che distribuiscono 2DIN o autoradio equipaggiati con questa tipologia di moduli.
La tecnologia DAB+ ha indubbi vantaggi legati alla minimizzazione dei disturbi sulla frequenza, qualità audio superiore, ricerca automatica in base alla localizzazione del veicolo e tra le altre la possibilità di veicolare contenuti multimediali come testo in quantità rilevante e foto, come dicevo un modo del tutto nuovo di usufruire dei contenuti radio.

INE-W925R. Non solo DAB

Ricondurre gli aspetti positivi del 2DIN di Alpine al semplice modulo DAB è però riduttivo. L‘INE-W925R è prima di tutto un sistema multimediale per un’intrattenimento a tutto tondo. Il lettore CDDVD riproduce file CDDA, mp3, wma, aac e Divx gli stessi usufruibili via USB la cui porta, situata posteriormente, permette una ricerca per file, cartelle e TAG a cui vanno aggiunte le funzioni di collegamento di dispositivi Apple ( iPhone 44s ed iPod di qualsiasi generazione purché si utilizzi il cablaggio KCU-461V ) per la riproduzione audiovideo. Infine il navigatore Alpine offre una stretta compatibilità con i telefoni e smartphone Nokia collegabili tramite cavo dedicato KCU-230NK ( venduto a parte ) e che trasforma il cellulare Symbian in un HDD esterno completamente controllabile via touch screen. Grazie all’ultimo aggiornamento Firmware è stata poi ampliata la compatibilità con smartphone Mirror Link Based, non solo Nokia quindi ma anche sistemi Android.
Al modulo bluetooth integrato nell’INE-W925R sono affidate tutta una serie di funzioni in più. O meglio a fianco del classico lavoro di viva voce, comunque realizzato attraverso un’ampia compatibilità con i vari profili BT, dalla sincronizzazione rubrica al registro chiamate, dalla regolazione del volume in ingresso ed uscita della chiamata alla memorizzazione di quattro numero importanti, a fianco delle funzioni di streaming audio usufruibili mediante i protocolli A2DP e AVRCP, sono presenti funzioni avanzate. La connessione tra telefono e navigatore permette all’utente di personalizzare secondo i propri gusti e necessità l’INE-W925R. Il layout, la posizione ed il numero di icone dei menù, le stazioni radio preferite, i punti d’interesse ritenuti più importanti, i numeri di telefono preferiti, lo sfondo ( da scegliere tra 5 tipologie ) ed i settaggi audio vengono automaticamente settati in base al cellulare ( quindi utente ) collegato.

Navigatore iGO Primo e One Look Navi

Il comparto navigazione è stato sempre una nota dolente di Alpine. Dopo i primi modelli, veri gioielli d’ingegneria, dei primi anni 2000, il produttore ha dovuto fare i conti con software pachidermici estremamente lenti, difficili da gestire ed aggiornare per poi sbattere la testa con nuove soluzioni che mai hanno trovato una continuità di funzionamento ed il favore del pubblico affezionato. Forte delle esperienze passate Alpine ha puntato su SW decisamente specializzati, diffusi ed affidabili: iGO Primo equipaggia oggi tutti i 2DIN e garantisce quelle perfomances la cui assenza iniziava a pesare decisamente troppo. Le funzioni che hanno reso famoso iGO sono la visualizzazione dei punti d’interesse in 3D, autofocus nei punti di svolta, una ricca mappa europea a 46 paesi basata su informazioni TeleAtlas, TMC avanzato, itinerari intelligenti in base allo storico del traffico, suggerimento sulla corsia da occupare ed altre ancora. Alpine però può contare su una punta di diamante, l’opzione One Look Navi che fornisce un’importante plus per tutti i possessori di INE-W925R. La possibilità di suddividere esattamente a metà lo schermo ( 5050 ) con visualizzazione del navigatore da un lato e di un’altra sorgente a fianco, entrambe completamente gestibili, una funzione che ne arricchisce le possibilità di utilizzo, che può, sulla carta, apparire poca cosa oppure un bel giochino ma che dal “vivo”, in fase di navigazione verso una destinazione dimostra tutte le sue doti.

Ed in generale tanta qualità audio

Se esiste un’aspetto sul quale Alpine è garanzia di affidabilità è sicuramente quello audio. L’INE-W925R gode di un’amplificazione da 50W per quattro canali e 3 Preout per gestire Front, Rear e Subwooer. Non mancano le funzioni di correzione temporale, equalizzatore a nove bande, regolazione dei livelli del SubWF, sistema Bass Engine, Crossover Digitale, Media Xpander, funzione di download delle impostazioni audio e molto altro ancora per espandere il più possible l’impianto.
Non mancano e come potrebbero, tutte le opzioni di “contorno” che fanno di un 2DIN un prodotto altamente ricercato. Collegamento per comandi al volante, ingresso dedicato per telecamera posteriore e sistema Multi-View Camera, due aux-in audiovideo di tipo RCA e presa mini-jack, pannello tasti rimovibile, aggiornamento software e regolazioni del pannello come contrasto, luminosità e colore, un pannello da 6,1″ con risoluzione HA ( 800×480 pixel ) e retroilluminazione a led.
Il prezzo dell’INE-W925R di listino ufficiale, come sempre parlando di Alpine è piuttosto sostenuto, circa 1.200,00 euro IVA inclusa.

FontePagina Ufficiale Alpine

Situazione del DAB+ tra i costruttori di 2DIN. Accenni.

Questo articolo vuole essere solo un primo cenno al tema del DAB+ ( Digital Audio Broadcasting Plus ) seconda tecnologia di trasmissione di contenuti digitali, un settore che sta prendendo piede in questi mesi sia grazie agli investimenti dei singoli editori di contenuti sia per le opportunità economiche che in periodi di stagnazione e crisi può comportare. Il mercato del DAB+ vedrà in futuro un’espansione esponenziale, forte e pervasiva ma al momento? A fronte di un’offerta di contenuti in fase di sviluppo e rapido ampliamento i produttori di hardware, di sistemi capaci di ricevere e sfruttare segnali digitali, che lo ricordo hanno l’indubbio vantaggio di veicolare una grande mole d’informazioni, dati e quindi di personalizzazione e funzioni decisamente accattivanti, cosa stanno facendo? Quali piani hanno in cantiere? Come spesso avviene le strategie intraprese si differenziano sostanzialmente le une dalle altre. Alcuni Brand hanno deciso di puntare molto sul DAB+ integrando i vari moduli già adesso nei propri prodotti ed originando una gamma di 2DIN molto sfaccettata, altri hanno optato per soluzioni aggiuntive, altri ancora proprio non prevedono alcunché.
L’infonografia vi darà un’idea di quali produttori impegnati nell’Automotive prevedono 2DIN dotati di tecnologia DAB+.
Nelle prossime settimane farà seguito un approfondimento sull’argomento.