Archivi categoria: 2DIN Android

Parrot RNB6, CarPlay e Android Auto per un 2DIN Multi-Connesso

Parrot RNB6
Il Parrot RNB6 è la soluzione 2DIN dell’azienda francese all’evoluzione che il settore Infotaintment ha subito con l’avvento dei dei sistemi operativi volti ad integrare in modo semplice ed usabile il centro della vita digitale di tutti noi. Lo smartphone.
CarPlay ha aperto la strada nell’after market grazie ad Alpine a sopratutto Pioneer, Android Auto è la novità “non novità” che tutti attendono per poter porre sulla bilancia le due tecnologie e tirare le somme sulla quale è maggiormente affidabile e quale di queste offre di più e cosa rispetto all’altra.
Il sistema operativo di Google sarà disponibile nel corso del 2015 ma un po’ tutti i grandi produttori dell’Automotive grazie alla cassa di risonanza del CES di Las Vegas stanno mostrando i muscoli.
Parrot ha presentato il 2DIN Multi-connesso RNB6. Vediamo.

Le specifiche dell’RNB6 di Parrot.

Il 2DIN dell’azienda francese si basa su quanto di buono ottenuto dall’Asteroird Smart ma a ben vedere i due prodotti sono molto differenti anche se radicati sullo stesso concetto di utilizzo, e non sto parlando della sola presenza di CarPlay e di Android Auto ma del numero e varietà di possibilità offerte.

Dimensioni Parrot RNB6

Non è stata ancora resa nota una scheda tecnica del prodotto e per descrivere adeguatamente le funzioni presenti nell’RNB6 ritengo utile partire dalla parte posteriore dello Chassis. Ma prima diamo un’occhiata al frontale.

Il 2DIN di Parrot è equipaggiato con un pannello da 7″ di tipo IPS ad alta risoluzione con tasti di scelta rapida posti alla sinistra del monitor, e non sotto come solitamente siamo abituati a vedere, tra i quali spiccano il pulsante di attivazione di CarPlay ed Android Auto e quello dedicato a Siri e Android Auto Voice da utilizzare per gestire il modulo bluetooth, versione 4.0 con microfono esterno, la musica e il navigatore. Quest’ultimo è integrato nel 2DIN e può godere del modulo GPS e Glonass con antenna esterna.

Gli amplificatori erogano una potenza massimale di 55 Watts per quattro canali e sono presenti uscite RCA per amplificatori e subwoofer attivi ( front, rear e sub ), ancora sconosciuto il voltaggio anche se è ipotizzabile un valore pari a 2v. Al di là di qualche immagine che evidenzia uno gestione avanzata del comparto di equalizzazione, sulle funzioni di personalizzazione del suono non possibile dire molto.


Veniamo alla parte posteriore dell’RNB6, decisamente interessante. Spiccano le due porte HDMI  ( una compatibile MHL per dispositivi Android ) per switchare velocemente agendo sul tasto apposito tra il sistema operativo di Google e quello di Apple. Immancabile la presa USB ma la novità è che sono soltanto due, di cui una dedicata ai collegamenti iPodiPhone. L’Asteroird Smart ne possedeva ben quattro.

Tra le novità presentate da Parrot, un connettore multipolo IVN ( In-Vehicle Network ) tutto dedicato alla gestione del climatizzatore e dei sensori di parcheggio ove essi siano disponibili e gestibili. Interessante il collegamento con una DashCam da fissare nella parte alta del parabrezza e registrare in presa diretta ( in HD ) la situazione antistante il veicolo con conseguente visualizzazione delle indicazioni stradali del navigatore direttamente sulla schermata reale dell’RNB6. Da non dimenticare poi la presenza di due prese Fakra per antenne DAB, segno distintivo di un modulo integrato per la ricezione di stazioni radio in digitale.

DashCam View Parrot RNB6

Immancabile la possibilità di operare una diagnostica di bordo grazie all’apposita applicazione e con collegamento tramite BT o via cavo. Chiudono il cerchio, l’ingresso per telecamera posteriore, il modulo WiFi a 5GHz ed una porta Ethernet.

Lollipop e GUI  tutta nuova

Altra fondamentale novità è il sistema operativo sui cui il sistema di Infotantment di Parrot si basa, Android 5.0 Lollipop, OS che ha permesso all’RNB6 di godere di tutta una nuova grafica, molto più vicina allo stile di CarPlay e Android Auto. Una Grafic User Interface semplice, intuitiva, chiara e capace di assistere il conducente a districarsi tra le varie opzioni del prodotto.
Interfaccia Grafica RNB6
Da ricordare poi la possibilità di gestire musica, navigazione e comunicazioni direttamente dai comandi vocali e per tutto il resto dai controlli presenti sul volante.

Disponibilità e prezzo del Parrot RNB6

Al momento non è stata rilasciata alcuna informazione sul prezzo finale del 2DIN mentre sulla data di rilascio è specificato che avverrà in quest’anno ma non nell’immediato. Dovremo attendere qualche mese prima di vederlo in vendita.
Appena avrò ulteriori informazioni ve ne darò tra queste pagine. Intanto al link di seguito potrete gustarvi un Video di presentazione ricco e ben fatto!

Video: Parrot RNB 6

Fonte. Parrot

Eonon G2110, Pure Android e pannello Capacitivo

Eonon – G2110

Nel settore dei 2DIN Android, head unit multimediali e di navigazione equipaggiati con il sistema operativo di Google, da tempo era attesa una sferzata che portasse novità e nuovo interesse dato che i modelli presentati oramai due anni or sono, mai aggiornati né fatti oggetto di interventi per riparare alle non poche limitazioni che lentamente sono affiorate hanno decretato una costante diminuzione di attrattiva da parte del grande pubblico.
Una delle aziende protagoniste di quella che potremmo chiamare l’era 2.0 dei 2DIN Android è Eonon,  produttore cinese tra li più attivi nel settore multimedia per costanza di presentazione di muovi modelli, soluzioni tecnologiche adottate e per interessanti strategie distributive avviate in Europa e Stati Uniti.

Il G2110 risponde in tutto e per tutto ai canoni della nuova generazione di dispositivi e mira a superare le limitazioni legate ad una versione Android, la 2.3, non aggiornabile ed alla scarsa stabilità di funzionamento principalmente legata alla congiunta presenza di WinCE e l’OS di Big G basando esclusivamente l’operatività di funzionamento del 2DIN su Jelly Bean.

La vera novità di G2110. Pure Android.

Numericamente parlando le novità dell’Eonon G2110 terminano qui ma le implicazioni sono tantissime e fondamentali.

Android 4.2.2 significa usufruire di un market ricco di applicazioni tra le quali trovare quella desiderata. Giochi, navigazione, utilità, Internet, multimedia, video, musica. Grazie al modulo WiFi integrato e ad un Hotspot generato da smartphone o da un router mobile o da chiavetta Internet in pochi secondi è possibile cambiare volto e funzioni al G2110.

Per renderlo compatibile con la versatilità del sistema operativo di BIG G, Eonon ha equipaggiato il 2DIN con un hardware adeguato. Processore da 1,6 GHz Cortex  A9 dual Core, RAM da 1 GB, un HDD da 4Gb ed un pannello che per la prima volta, almeno per un 2DIN Android, è di tipo capacitivo.

La presenza di quest’ultima caratteristica in particolare porta a migliorie di rilievo. La reattività del pannello del 2DIN è sicuramente la più importante di una serie di benefici quali un controllo più accurato, maggiore precisione dei tap e fluidità delle gesture. Luminosità e brillantezza delle immagini sono altri plus da tenere in considerazione, aspetti che incidono positivamente sul livello di risoluzione del G2110; ben 1080p pari a 1930×1080 pixel per uno standard Full HD.

Così strutturato l’ultimo 2DIN Android Eonon è equiparabile ad un tablet di buon livello ma parliamo di un dispositivo da auto e come tale non può mancare della dotazione funzionale minima.

Le sorgenti del G2110

Il lettore CDDVD, così come la porta USB per dispositivi con capacità massima di 32GB e lo slot per schede MicroSD anch’esse con un limite massimo di 32GB, offre ampia compatibilità con i formati audio e video più diffusi a cui va aggiunta la possibilità di impiegare specifiche applicazioni scaricabili da Google Play per ampliarne ulteriormente i file riproducibili. DAT, MPG, MPEG, VOB, MP4, MOV, AVI, H.264, Xvid, MPEG2, Mpeg4, VC-1, WMV9, H.263, DivX, ASF, MKV, WMV, TS, RM, OGG, FLAC, WAV, WMA, AAC, BMP, PNG, TIFF ecc… In definitiva chi più ne ha più ne metta.
Un motivo in più per installare il modulo di Alpine dedicato al DAB è la presenza di un lettore USB integrato.
Ottima soluzione per ampliare le funzioni del proprio sistema audio\video in auto

#alpine #dab #tuedab1u
Il modulo viva voce del G2110 supporta la versione 2.0 con sincronizzazione rubrica, gestione registro chiamate e Streaming Audio mediante profilo A2DP. Peccato l’assenza di un microfono esterno. L’unico incluso è quello integrato nel pannello.

Eonon ha dotato il nuovo 2DIN con un modulo GPS a supporto sia del comparto di navigazione esistente, che prevede l’acquisto a parte di una mappa iGO Primo, sia delle varie applicazioni di navigazioni scaricabili dal Market.

Elemento che tanto ha catturato l’interesse degli utenti è il Mirroring realizzato via WiFi attraverso tecnologia Miracast e DLNA, senza l’impiego quindi di cablaggi o comunque di una connessione fisica con il 2DIN.

La presenza di un sintonizzatore FMAM con memorizzazione di 30 stazioni, un’ingresso AV di tipo RCA, due uscite video, un’ingresso telecamera con commutazione automatica ad inserimento retromarcia e la possibilità di memorizzare i comandi al volante di tipo resistivo completano la dotazione minima del G2110.

Interessante funzione è la possibilità di avviare una registrazione live da apposita telecamera quando questa è collegata via USB; opzione che sempre più spesso viene richiesta per avviare un controllo dell’interno del veicolo ( esempio Taxi o NCC ) o all’esterno, frontalmente.

Personalizzazione di suono ed estetica

Chi desidera dare vita ad un impianto audio altamente sfaccettato, basato su ritardi temporali e supportato da finali di amplificazione di qualità e performance superiori, ha di fronte a se altre scelte ed altri prodotti da vagliare.

Il G2110 è un modello che punta ad offrire all’utente altre funzioni rispetto alle performance audio. Ciò non significa che Eonon non permetta ottimi risultati ma certo questi non rappresentano il suo punto di forza né l’obbiettivo principale.

Il G2110 è dotato di una potenza massimale di 45 Watts per quattro canali, tre uscite Pre per front,  Rear e Subwoofer e un equalizzatore a sette bande con settaggio separato dei toni. Non molto di più.

A livello grafico oltre alla funzione di personalizzazione dello sfondo e visualizzazione di un determinato brand in fase di boot,  l’Eonon G2110 ( finalmente ) consente la variazione della colorazione dei tasti in varie tinte; un punto a favore delle capacità d’integrazione estetica, aspetto su cui solitamente i 2DIN cinesi tendono ad inciampare.

Il prezzo è un altro punto di forza del G2110. Attualmente è reperibile in rete a poco più di 250,00 euro a cui aggiungere le spese di trasporto per un ammontare complessivo più che dignitoso.

Ora non rimane che testarlo sul campo!

Fonte. Sito ufficiale Eonon

2DIN Android. Molti produttori possono entrare sul mercato.

Girovagando su youtube mi sono imbattuto in questo video nel quale un’azienda Filippina mostra un 2DIN dotato di sistema operativo Android. Perché ve lo mostro? Perché mi ha fatto riflettere su due aspetti importanti. Il primo è che la tipologia di prodotto caratterizzato da sistemi doppio DIN siano essi con navigatore che semplici modelli multimediali hanno oramai raggiunto un grado di diffusione molto ampio, tanto da divenire un punto di riferimento per l’espansione ed il miglioramento dell’impianto presente sulla propria vettura, una situazione che può essere raggiunta solo quando la tecnologia utilizzata è ampiamente ammortizzata e diffusa e usufruibile da un ampio numero di soggetti. Il secondo aspetto, decisamente più importante è la presenza dell’OS Android. Prima del suo avvento un pò tutti i 2DIN di una certa fascia di mercato ( mediobassa ) si assomigliavano. Ok, le interfacce grafiche ed alcuni particolari nel design determinavano le principali divergenze ma in definitiva tutti si cimentavano in una concorrenza basata fondamentalmente sul prezzo. Ora, grazie ad un sistema operativo libero molte aziende sono potute entrare sul mercato ed operare con un piglio differente, hanno potuto cioè confrontarsi con un metodo di personalizzazione non più legato al solo hardware od al design, operazioni particolarmente costose, ma alla GUI ed alle funzionalità che questa può offrire.

ATV Android Radio

Se, prima di guardare il video, date un’occhiata alle specifiche tecniche del prodotto vi accorgerete che nulla di straordinario è insito nell’AVT Android, anzi a ben guardare le caratteristiche riportate farebbero pensare ad un classico 2DIN Cinese. Monitor fisso da 6,2″ con risoluzione standard 800×480 pixel. Lettore DVDDivx, porta USB frontale, slot d’ingresso MicroSD, Aux, comandi al volante, retrocamera, insomma, niente di eccezionale, ma se visualizzate il video vedrete una sorgente di navigazione con un’interfaccia grafica accattivante, intuitiva, lineare ed una gestione avanzata di molte funzioni come video chiamate, controllo mail, avvio di applicazioni multimediali. Questa è la versatilità di Android, un sistema operativo che piaccia o meno permette a molti produttori di entrare nel mercato dei sistemi multimediali 2DIN e di farlo ritagliandosi una fetta di mercato tutta sua. Un discorso che può essere fatto, con le debite proporzioni e con i giusti accorgimenti con l’italiana Ekoore, azienda nata ed interamente sviluppata attorno al sistema operativo di Big G.

Autoradio Android Elija S2 di Ekoore. La recensione.

Ekoore Elija S2

A pochi mesi dalla commercializzazione della versione S, Ekoore si appresta a distribuire un’ulteriore evoluzione del primo modello di autoradio Android distribuito nel 2011, l’Eljia S2, forse la vera nuova versione che l’azienda italiana desiderava subentrasse al precedente 2DIN nella gamma prodotti ma che per motivi oscuri, forse per la necessità di consolidare velocemente la posizione di mercato acquisita o perché incalzati dalle richieste della clientela, non è stata in grado di realizzare. Rispetto al modello S, uscito appunto nel marzo di quest’anno ( vedi articolo ), nulla di nuovo da segnalare sul lato del design: pannello da 6,2 pollici capacitivo, posizionato al centro rispetto a due file verticali esterne di tasti per selezione rapida e feritoia d’ingresso disco posto nella parte alta dello chassie. Niente di nuovo nemmeno sul lato Audio; potenza massimale di 45 watts per quattro canali, sei uscite pre-amplificate, Front, Rear e due subwoofer ( il voltaggio non è indicato ) e cinque bande di equalizzazione con memoria selezionabile. Anche le caratteristiche, la qualità ed il numero delle sorgenti disponibili non è mutato rispetto all’Elija S: tre porte USB, due slot per MicroSD card, modulo bluetooth e lettore disco. 


Le vere novità sono da ricercarsi nel cuore del dispositivo. Nella, probabile, continua ricerca di dare vita ad un doppio DIN dalle capacità sempre più simili a un tablet, Ekoore ha inserito nell’S2 un CIP da 1 GHz con RAM da 512 MB, un processore che consente all’autoradio di assecondare meglio e più velocemente le richieste di Andoird la cui versione in questo caso è la 2.3 ( Gingerbread ), e che nell’Elija S2 acquista ancor più importanza per l’effettivo utilizzo e pieno godimento del dispositivo: download e lancio di applicazioni più rapide, gestione dell’interfaccia grafica più fluida, azzeramento dei rallentamenti nel caso di Apps in aggiornamento remoto. Senza considerare che grazie ai ben 8GB di memoria la capacità di stoccaggio su SSD del prodotto di Ekoore si è più che raddoppiata fornendo tanto spazio per nuove applicazioni, video, foto, film e musica. Naturalmente niente di quanto visto avrebbe un valore se l’Autoradio Android non potesse collegarsi ad internet: modulo WiFi ( incluso ), chiavetta 3G o tethering sono le modalità attraverso cui il 2DIN può connettersi alla rete.
Modulo OBD per Elija S2
Altra importante novità proposta da Ekoore è il modulo OBD,  da acquistare a parte al prezzo di 49,90 euro i.i., che permette di collegare l’Elija S2 direttamente alla centralina dell’auto ( le vetture compatibili sono moltissime e comunque tutte quelle di ultima produzione ), un’opzione attraverso cui estrapolare una moltitudine di informazione dall’auto: log di sistema, prestazioni, consumi e quant’altro le applicazioni presenti oggi sul mercato consentono di ottenere. Una funzione che forse ai più non dirà molto ma che rappresenta uno dei campi di maggior sviluppo futuro. Verificare e modificare ( legalmente o meno ) impostazioni e  settaggi di fabbrica sarà un terreno di sicure innovazioni che oggi possiamo solo tentare di immaginare, una possibilità che riviene direttamente dalla versatilità e dalle potenzialità di Android che ripeto è il vero cuore pulsante di un prodotto che funzionalmente, a livello di sorgenti, non offre nulla di più di molti altri 2DIN.
Far girare al proprio interno Android e soprattutto aver il supporto della giusta dotazione Hardware  sono i plus dell’Elija S2, al momento l’unico Autoradio doppio DIN capace di garantire un così elevato livello di integrazione tra il sistema operativo di Google e l’Infotaintment. Pensate a tutte le applicazioni disponibili sul market di Big G, alla molteplici operazioni che potete compiere: navigazione, email, Facebbok, Twitter, Street View, Ebook, youtube. Non si tratta solo di portare internet in auto. E’ molto di più. 
Il prezzo? Ekoore sembra aver imparato dai suoi “errori” ed offre il suo ultimo prodotto al prezzo di 699,00 euro i.i., un prezzo in linea con un mercato in evoluzione e ricco di 2DIN per tutti i gusti.

FontePagina ufficiale Elija S2 di Ekoore

Asteroid Smart, il nuovo 2DIN Parrot con Android e 4 USB

Parrot Asteroid Smart
Dopo la presentazione del primo 2DIN di casa Parrot  avvenuta al CES di Las Vegas nel gennaio di quest’anno, una presentazione nella quale il prodotto era poco più che un prototipo decisamente interessante e promettente, è di questi giorni la comunicazione ufficiale da parte dell’azienda francese dell’imminente commercializzazione dell’Asteroid Smart, sistema multimediale specificatamente studiato per offrire al conducente ed ai passeggeri una moltitudine di funzioni, sorgenti e esperienze. Non sono intenzionato ad elencare ( di nuovo ) le caratteristiche del 2DIN Parrot già viste e diffuse e per le quali vi rimando al precedente articolo ma con il rilascio ufficiale è possibile adesso chiarire alcuni aspetti fumosi rimasti oscuri da allora e integrarli con informazioni più dettagliate. Insomma conferme e novità!

Le conferme dell’Asteroird Smart

Prima di tutto alcune conferme. Nonostante il tempo passato e le numerose release, la versione di Android che animerà l’Asteroid Smart sarà la 2.3 ( GingerBread ), una versione largamente utilizzata in ambito Automotive e l’unica, almeno così appare, capace di offrire la stabilità necessaria ad un prodotto in costante sollecitazione. E’ confermata anche l’assenza della meccanica disco e la contemporanea presenza di quattro prese USB, di cui una dedicata ad iPod,iPhone ed iPad e una MiniUSB. 

Le novità del 2DIN Parrot.

  • Audio. L’amplificazione è di tipo MOSFET con una potenza di 55 Watts per quattro canali, due uscite preamplificate, equalizzatore a sette bande con cinque preset e la possibilità di personalizzare la musica in base alle proprie preferenze.
  • GPS. Il modulo GPS sfrutta una comoda antenna senza fili con collegamento bluetooth.
  • Navigazione. L’Asteroid Smart non verrà commercializzato con nessun software caricato nativamente ma si affiderà al market ed alle preferenze degli utenti.
  • Bluetooth. Il moduli BT è un 3.0 con EDR. I profili supportati sono quanto di più completo possibile si possa avere e parlando di Parrot certo non potremmo chiedere di meno: HPF, PBAP, OPP, HSP, SPP, A2DP, AVRCP.
  • Il sistema Anti-Teft prevede la possibilità di rimuovere una parte del frontalino, la parte demandata ai controlli ( lato sinistro ).
  • Asteroid Market. Unico store di applicazioni approvate da Parrot. Una rivoluzione in ambito Infotaintment.

Il prezzo del prodotto in Italia ed in Europa non è ancora stato divulgato e se volgiamo fare delle congetture è necessario affidarsi al listino previsto per il mercato statunitense nel quale l’Asteroird Smart verrà immesso a 599,00 dollari. Se il prezzo non sarà tradotto pari pari in euro ( 599,00 € ) è probabile che il 2DIN Parrot avrà un costo superiore ai 600,00 euro vista la maggiore pressione delle tasse indirette nel nostro paese.

AGGIORNAMENTO 30/10/2012

Il prezzo consigliato da Parrot, anche se ancora ufficialmente non è riportato su alcun listino, per la distribuzione dell’Asteroid Smart è di 549,00 euro i.i. In distribuzione a partire dalla prima settimana di dicembre 2012. Ci riuscirà Parrot? Lo vedremo.

AGGIORNAMENTO 01/3/2013

Dopo varie peripezie e ritardi, Parrot ha finalmente dato il via alla distribuzione di tutta la nuova gamma prodotti tra cui spicca per interesse l’Asteroid Smart. Non ci sono sorprese sul prezzo che come annunciato in precedenza si attesta ad un buon 549,00 euro i.i.

Il Pioneer SPH-DA100 da solo non basta per utilizzare uno smartphone Android

Android Kit Connection per SPH-DA100
L’idea di poter utilizzare in auto sia dispositivi Apple, o meglio un’iPhone 4 e 4S e a breve il 5, sia smartphone dotati di Android e di poterlo fare acquistando un 2DIN come l’SPH-DA100 al prezzo ufficiale di 399,00 euro ha da subito creato un grande interesse intorno all’ultima AppRadio di Pioneer, conversazioni e condivisioni si sono susseguite in rete denotando un certo apprezzamento verso un prodotto sicuramente alternativo ma che però come molti hanno potuto constatare sulla propria pelle ha sofferto di una piccola lacuna comunicativa  o se volgiamo un mancato approfondimento di un particolare che ha evidenziato come da un lato la connessione e la gestione di un’iPhone avviene in modo del tutto “naturale” dall’altro l’SPH-DA100 da solo non basta per utilizzare un telefono Android.

All’interno della confezione infatti non troverete alcun cavo da utilizzare per uno qualsiasi degli smartphone-no-mela compatibili ma dovrete necessariamente dotarvi di un’apposito Kit di connessione venduto separatamente e del quale, sui vari siti di settore, alcuni non tutti, non si parla molto lasciando intendere che l’SPH-DA100 in realtà sia bello e che pronto così com’è! Niente di più sbagliato. Se volete collegare il vostro Samsung Galaxy S II ( in attesa della compatibilità con l’S II e con il Note II ) o LG Optimus P990 o ancora il vostro Motorola RazR avrete bisogno di un modulo opzionale il CD-AH200C dal prezzo ufficiale di 79,00 euro i.i. Il prodotto oltre ad essere costituito dal box di controllo ingloba una serie di cavi necessari per collegare i diversi smartphone compatibili. Praticamente una volta installato e fisicamente collegato alla SPH-DA100 potrete utilizzare uno dei cavi presenti a seconda che il telefono utilizzi una presa MiniUSB, una presa HDMI di tipo A-D oppure di tipo A-A o ancora MHL. Fatto ciò la AppRadio di Pioneer si trasforma nel prodotto straordinario quale è e gestire le applicazioni compatibili, la musica, video e foto sarà un puro divertimento.

In definitiva se avete intenzione di acquistare la SPD-DA100 per uno smartphone Android il prezzo,  ufficiale, in rete si possono trovare offerte e promozioni interessanti, è di 478,00 euro!