Lo strano caso di CarPlay e Pioneer

iOS CarPlay on 2DIN Pioneer
Le domande fioccano con una sempre maggiore frequenza. Quando uscirà CarPlay in after market? Quando Pioneer metterà a disposizione il suo aggiornamento software per il sistema operativo Apple? Ma non doveva essere già disponibile? Rispondo continuamente a chiunque me lo chieda ma credo che al momento sia necessario fare il punto della situazione.

Allo stato dei fatti, fonti interne Pioneer confermano la disponibilità del Firmware che consente l’utilizzo di CarPlay sui sistemi di navigazione AVIC 2014 e sul Ricevitore AV AVHx8600BT. L’update è pronto e testato ma non ancora in distribuzione perché da Cupertino non è arrivata la tanto agognata certificazione ufficiale; quel documento, sigillo, benestare, chiamatelo un po’ come volete, con la quale Apple vi assicura che quel particolare prodotto opera senza alcun tipo di problema e di incompatibilità con il vostro iPhone con Dock Lightinig.
Questo è quanto.


Da qui in poi è possibile fare solo ipotesi ed illazioni per cercare di capire il motivo di tanto ritardo e per comprendere le ragioni che hanno spinto Pioneer ha rilasciare, a maggio, una dichiarazione ufficiale nella quale si annunciava in Pompa Magnia la piena compatibilità con quel sistema operativo di cui si parlava da qualche mese e che iniziava a trapelare da indiscrezioni in rete e presentazioni più o meno artefatte in rete.
Dal mio punto di vista le possibile spiegazioni sono quattro:
  • Pioneer ha fatto il passo più lungo della gamba e si è trovata a risolvere problemi e costi di implementazione imprevisti costringendo a cincischiare sui tempi di rilascio. L’aggiornamento non è completamente stabile e presenta vari problemi. La ritengo poco probabile vista la stretta collaborazione tra Apple ed il costruttore giapponese e l’avanzato software d’interfacciamento con iPhone sviluppato in questi anni.
  • In seguito al rilascio ufficiale e la corsa di molte case automobilistiche ad aggiudicarsi versioni di CarPlay per le proprie vetture, Apple ha rivisto le condizioni di utilizzo e di licenza da parte dei Partner. Anche questa presenta non pochi punti oscuri. Come è possibile modificare in corsa contratti milionari con in più alle spalle la pressante presenza di Android Auto? Non mi convince.
  • L’aggiornamento di Pioneer è perfetto, funzionale, pronto. Apple il ritiene il mercato After Market poco interessante e con i minori sviluppi in termini di vendita. Il pesce grosso è costituito dal mercato del primo impianto e lì, l’azienda di Cupertino, sta concentrando tutti gli sforzi. Plausibile sopratutto se si pensa alla Misson aziendale di Apple e come negli anni la mela abbia snobbato settori o domande  interessanti per concentrasi sul proprio Core Business.
  • I nuovi iPhone 6, il nuovo iOS 8 di cui si vocifera, insomma le novità che Apple sta per introdurre preoccupano Pioneer e prima di rilasciare un’update di rilievo vuole testate “su banco” i nuovi smartphone. Anche questa ipotesi può avere un fondo di verità. Vi ricordate quali sfracelli ha comportato per il costruttore giapponese l’introduzione da parte di Apple di iOS 7 prima e il nuovo Dock Lightning poi?

Queste sono alcune, tra le molte che mi sono girate in testa, motivazioni che possono spiegare i ritardi nel rilascio del firmware. Non ho la presunzione di considerarle verità assolute ma alcune possono avere un fondamento.

Ora attendo le vostre considerazioni sullo strano caso di CarPlay e Pioneer!

16 pensieri su “Lo strano caso di CarPlay e Pioneer

  1. Ciao Giuseppe,
    il 2DIN utilizzato è l'SPH-DA100?
    Che tipo di telefono utilizzi e con quali cablaggi?.
    Te lo chiedo perché Torque non è compatibile Appradio e se con HDMI intendevi eseguire un mirroring questo pone dei limiti…

  2. Buonasera Daniele, cercando in rete ho trovato il suo blog molto interessante, peccato esserci capitato dopo il disastro.
    Lascio la mia testimonianza, un esperienza negativa che però non deve spaventare troppo chi la leggerà, sembra che in tutto il mondo, una cosa simile sia capitata solo a me.
    Ebbene, il 2 ottobre è uscito l' aggiornamento 1.06 a carplay, il 4 ottobre alle ore 12:45 ho ritirato l' auto dopo installazione di un impianto scegliendo come sorgente il pioneer AVH-X8600BT. Alle 14:00 ho inserito nello slot SD una sd card (formattata con un mac copiandoci sopra la cartella dell' update scaricato dal sito pioneer italia e seguito attentamente le istruzioni ma evidentemente qualcosa è andato storto) alle ore 14:10 la sorgente riavviando si bloccava su una schermata nera, implacabile, con su scritto: "System error, contattare dealer o assistenza pioneer"
    Lunedi 6 ottobre ho portato personalmente il pioneer al centro assistenza di Firenze, ad oggi pomeriggio non è ancora stata neanche guardata. Non ho idea dei tempi di pioneer ma sospetto che siano parecchio lunghi.
    Immaginate il mio giramento vorticoso dei gemelli di famiglia. Ho ascoltato 2 canzoni e fatto una sola telefonata 🙁

    Cordiali saluti

    Marco Pellegrini

  3. Ciao Marco,
    per quanto semplificato ed automatico l' aggiornamento firmware di un 2DIN comporta sempre u. Certo grado di rischio implicito che non può essere mai completamente eliminato.
    Questo vale x qualsiasi modello.
    Comprendo benissimo il giuramento ma la strada che hai intrapreso è l' unica percorribile.
    Fammi sapete come va a finire.
    Ciao

  4. grazie per la tua risposta, sono molto deluso un prodotto comprato solo anno fa e pagato carissimo non si può aggiornare a questa nuova funzione.
    Sai se posso istallare almeno il mirrror link?

  5. Ciao Daniele, un altra settimana è trascorsa ma l' 8600 è ancora in pioneer per la riparazione.
    Da Firenze è stato spedito a Milano. Giovedì una mail mi informava che all' apparecchio è stata data massima priorità il che non vuol dire poi molto. Ti farò sapere gli sviluppi.

  6. Ciao, significa che il problema non è circostanziato al software.
    Cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno… come diceva Leopardi ( e spero proprio che il poeta non me ne voglia x averlo citato in un Blog sui 2DIN) sintetizzando all' estremo, "l' attesa è piacere ".
    Porta pazienza, di solito impiegano un paio di settimane.
    Ciao

  7. Ciao Danilo ho installato una psh 120 sulla mia seat altea XL cè una pessima ricezione delle stazioni radio la RAI in particolar modo.
    Forse serve un adattatore del segnale di antenna tipo 8/541 della phonocar. grazie.
    Saluti Salvatore Rizzi

  8. Ciao Salvatore,
    si, tutte le SEAT richiedono un amplificatore di antenna tipo Fakra, devi vedere è è singolo o doppio tuner ma ne hai necessità.

    Su tutte le installazione da noi fatte l'SPH-DA120 si è sempre comportato egregiamente.

    Ciao,
    daniele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *